Toscolano – Città dei Mille non riesce a classificarsi nei primi 10 posti; presenti al traguardo 22 Protagonist. La regatta ha visto come 1° classificasto Tè Bambo con al timone il nostro amico Fabio Gasparri. Equipaggio Città dei Mille: timoniere Enzo Leidi, tailer Ivano Morlacchi, centrale Luca Perico e prodiere e tattico Luca D’Ercole.

Sabato 6 aprile 1° prova: il campo di regata a bastone è stato caratterizzato da un lago piatto e vento leggerissimo da sud; la prima prova ha visto una partenza di Città dei Mille agguerrita e tra i primi a sbucare la linea di partenza vicino alla barca giuria evitando gli OCS che sono fioccati a tre imbarcazioni; bolina abbastanza sofferta destinata a soccombere dopo una prima virata suicida. Non demordiamo e arriviamo comunque alla prima boa di bolina con il grosso della flotta, manovre rocambolesche da parte degli altri equipaggi per buttarci fuori ma riusciamo a star dentro. Ci raggiunge l’altra barca dello YCBG Tremendo di Fausto Gandolfi che perde acqua con suo spi dolcemente “caramellato”, ci diamo alla fuga ma (maledizione!) il lato buono era un altro, era quello di Tremendo che ci anticipa alla 2° boa. Doppiata questa, ci siamo trovati ad un confronto boliniero con Tremendo sopravento schiacciato da un altro protagonist, riusciamo a sbucare con pesi sottovento, il vento era al minimo. Ci perdiamo di vista ma restiamo col gruppo fino alla fine piazzandoci al 12° posto mentre Tremendo finisce all’11° posto.

Sabato 6 aprile 2° prova: dopo una lunghissima Intelligenza, un raggio di sole ci ha visto assopiti nel pozzetto; la tromba di partenza ci sveglia ma l’adrenalina era ormai smaltita; vento fino a 8 nodi. Partenza agguerrita sì ma da parte degli altri equipaggi; noi restiamo dietro al gruppo e partiamo con molto ritardo e rimaniamo in ritardo su tutto il percorso posizionandoci al 18° posto. Bravo Tremendo che col suo equipaggio formato da Fausto Gandolfi al timone, Renzo Centeleghe tailer, Lina Crippa centrale e prodiere Gabriele Conti, mantiene la sua 12° posizione. Rimane il pensiero di fare meglio il giorno dopo.

Domenica 7 aprile: troppo tardi, regata annullata!

Luca Perico